• Solai in legno

Ristrutturazione solai in legno


Recupero solai in legno

Solai in legno esistenti

I vecchi solai in legno esigono spesso interventi di rinforzo ed irrigidimento in quanto realizzati per sopportare carichi modesti; presentano quasi sempre deformabilità e vibrazioni eccessive rispetto le attuali esigenze.

L’intervento con il calcestruzzo collaborante è una soluzione ottimale perché evita la necessità di dover sostituire completamente i solai in legno e permette di non modificare molto l’altezza dell’impalcato.

Nuovi solai in legno

Se confrontati con i solai in laterocemento ed acciaio, i solai in legno per essere maggiormente resistenti e rigidi, necessitano di sezioni di travi elevate. La sezione mista legno-calcestruzzo riduce invece gli spessori totali.

In entrambi i casi è possibile sovrapporre alla struttura in legno una sottile soletta di calcestruzzo, adeguatamente armata e connessa, ottenendo per i vecchi solai in legno un cospicuo aumento di resistenza e rigidezza e consentendo sezioni decisamente più modeste alle travi dei nuovi solai.

Il sistema misto legno e calcestruzzo si utilizza anche per la realizzazione di coperture, piane od inclinate.

Solai in legno

Solai in legno e connettori

L’esempio a lato dimostra le diverse portate delle travi a parità di deformazione. Il confronto della prima immagine con la seconda è tipica del caso di recupero di un solaio in legno esistente; si aumenta notevolmente la capacità portante. Il confronto tra la terza e seconda immagine evidenzia come l’uso dei connettori permetta di ridurre notevolmente la sezione della trave in legno a parità di capacità portante.

L’interposizione dei connettori a piolo e ramponi tra le travi di legno e la soletta di calcestruzzo è necessaria per consentire ai due materiali di collaborare tra loro; il risultato sarà una struttura solidale dove, per effetto dei carichi verticali, il calcestruzzo risulterà prevalentemente compresso ed il legno prevalentemente teso. La struttura mista legno-calcestruzzo risulterà migliore rispetto alla struttura di solo legno in quanto più rigida e resistente.

Ne risulterà migliorato anche il comportamento dinamico (vibrazioni), l’isolamento acustico e l’inerzia termica. I vantaggi più evidenti per la struttura mista legno-calcestruzzo si individuano in una maggiore capacità portante, una minore altezza totale degli impalcati, una maggiore rigidezza, oltre che una migliore resistenza al fuoco.

APPROFONDIMENTI

Per garantire una valida realizzazione e consolidamento di solai in legno e calcestruzzo TECNARIA, prima in Europa, ha sottoposto i propri connettori BASE e MAXI ad un’accurata indagine sperimentale secondo le normative prescritte dall’ Eurocodice 5. Le caratteristiche di deformabilità e resistenza del connettore certificato fissato su legno sono state indagate sperimentalmente presso: CNR di…more

I connettori per legno Tecnaria presentano una peculiarità che li rende unici: l’efficacia del connettore è assicurata dalla robusta piastra di base, come supporto del piolo, modellata a ramponi in modo tale da consentire elevata aderenza al legno e di assorbire al meglio gli sforzi di taglio. Le numerose prove di laboratorio hanno evidenziato efficacia…more

Solai in legno in zona sismica

September 14, 2015
Solaio in legno

Per i solai in legno in zona sismica la soletta di calcestruzzo rappresenta un ottimo accorgimento tecnico negli edifici di muratura, in quanto consente di collegare fra di loro i muri portanti realizzando un piano rigido in grado di ripartire meglio le azioni sismiche orizzontali. Il peso dei solai misti legno e calcestruzzo è di…more